ROMA IN UN GIORNO: ITINERARIO A PIEDI NELLA MIA CITTÀ


“Noi abbiamo avuto il privilegio di nascere a Roma, e io l’ho praticata come si dovrebbe, perchè Roma non è una città come le altre. È un grande museo, un salotto da attraversare in punta di piedi.”

(Alberto Sordi)


Lo so, una vita non è abbastanza per scoprire la mia città, ma quando la mia “famiglia inglese” che si trovava in vacanza in Toscana, ha deciso di venirmi a trovare, ho dovuto fare del mio meglio per fargli vedere Roma in sole 6 ore.
Quando visito posti nuovi, indipendentemente dal tempo a disposizione, alle solite attrazioni affianco sempre luoghi meno battuti, ed ho cercato di fare lo stesso in questo itinerario.
Pronti per visitare Roma in un giorno?

Roman forum

I Fori, centro politico, religioso e commerciale dell’antichità – Roma a piedi in un giorno

Roma in un giorno | Iniziamo con i classici

Alle 10.00 la mia family arriva alla Stazione Termini, (un posto in cui stare il meno tempo possibile ed in cui stare attenti ai borseggiatori), dove la cosa migliore da fare è dirigersi altrove. Prendiamo quindi la metro B, e non appena usciamo dalla stazione Colosseo cade la mascella a tutti: ecco il monumento simbolo di Roma, in tutto il suo splendore!

Colosseo dal colle Oppio

Colosseo dal Clivo di Venere Felice – Un giorno a Roma

Dopo numerosi scatti, passeggiamo tra archeologia e storia lungo via dei Fori Imperiali, nel cuore della città. 

A glimpse of the Roman forum

La Domus Tiberiana vista dal Foro Romano – Roma a piedi in un giorno

La camminata prosegue verso l’Altare della Patria (“il Vittoriano”), una costruzione monumentale in marmo dedicata a Vittorio Emanuele II prima, e all’Italia Unita poi; di solito i turisti sono stregati da questa monumentalità, ma per molti romani, (me compresa), questo edificio non ha solo messo in ombra gli adiacenti Fori, ma ha anche distrutto l’assetto urbanistico dell’area.
AGGIORNAMENTO. Arrivati a questo punto potreste fuggire dal caos e rifugiarvi nel “mio” giardino segreto, aperto tutti i giorni fino al tramonto: il giardino di Palazzo Venezia, a cui ho dedicato un intero articolo.
Da Piazza Venezia, il percorso più battuto per raggiungere il Pantheon è via del Corso (consigliabile solo per lo shopping), ma per evitare la folla passiamo tra i vicoli, molto più suggestivi e silenziosi.

Fontana del Pantheon, Rome

Fontana del Pantheon – Itinerario a piedi per Roma

Giunti al Pantheon, la reazione dei miei ospiti britannici è stata:“OH GOSH!”. Come dargli torto?  Il Pantheon per me è l’attrazione più imperdibile di Roma. È un capolavoro di architettura e di ingegneria che ancora mantiene il suo aspetto originario: da tempio di tutti gli dèi è stato convertito in chiesa, ed è anche per questo che è giunto integro fino a noi. Dopo quasi 2000 anni, ancora detiene il record di più grande cupola in calcestruzzo non armato esistente al mondo: gli antichi Romani sono inarrivabili.

Roma in un giorno_Pantheon

Interni del Pantheon: mi sento male ogni volta che entro.

Roma in un giorno | Pausa caffè in un locale storico

Dopo questa sindrome di Stendhal, ci tratteniamo a Piazza della Rotonda per entrare in un locale che è un punto di riferimento per gli amanti de caffè: “La tazza d’oro”. Il profumo che si respira in quel posto è indescrivibile! D’estate tuttavia il prodotto che dà più soddisfazione è la granita al caffè con panna.

Roma in un giorno | I suoi vicoli, tra attrazioni e perle nascoste

Italian details - Piazza Navona, Rome

L’italianità sulle facciate di Piazza Navona – Visitare Roma in un giorno

Tra le mie parti preferite di Roma, ci sono i vicoli intorno a Piazza Navona. Di solito ci si passa per caso, per andare da un posto all’altro, ma secondo me vanno considerati come un’attrazione a sè stante. Passeggiamo quindi tra antiche botteghe, dove il tempo sembra essersi fermato ad un secolo fa, ed in viuzze silenziose. Adoro i vicoli nei pressi di via della Pace, ma la strada che preferisco è forse via del Governo Vecchio: dopo aver assaggiato del buonissimo gelato al pistacchio da Frigidarium, entriamo nella libreria “Altroquando” dove hanno sempre prodotti ed iniziative originali.  Arriviamo quindi a Piazza di Pasquino, dove c’è una statua che sembra anonima e di poco conto, rispetto a tutto ciò che Roma ha da offrire, ma questo blocco di marmo del III sec. a.C. ha molte storie da raccontare. Si tratta di Pasquino, una delle sei statue parlanti di Roma: è diventato popolare nel XVI secolo, quando le persone vi appendevano satire (dette “Pasquinate”) indirizzate a figure pubbliche o a politici di quell’epoca. Roma si conosce attraverso i dettagli!

The four river fountains hole - P.zza Navona, Rome

Guardando attraverso La fontana dei quattro fiumi – P.zza Navona – Roma in un giorno

La nostra prossima tappa è la famosissima Fontana di Trevi. Tutti i turisti l’hanno vista in qualche film, e ci tengono a lanciarvi una monetina, con l’auspicio di tornare a Roma. Dopo le foto di rito, raggiungiamo Piazza di Spagna perdendoci tra i vicoli meno affollati. Ci rilassiamo un po’ sedendoci sulla scalinata con una visuale privilegiata su “La Barcaccia” di (Pietro & Gian Lorenzo) Bernini. Dopo che gli hooligan olandesi vandalizzarono questa fontana nel 2015, per fortuna è tornata a risplendere.

Roma in un giorno | Pranzare con la pasta della nonna

Tra una trappola per turisti e l’altra, per fortuna a Roma esiste ancora qualcosa di autentico ed economico: “Il Pastificio” in Via della Croce. Spendendo solo 4€, si può avere un’abbondantissima porzione di pasta, (ogni giorno la scelta è tra due piatti), accompagnata da un bicchiere d’acqua o di vino rosso. Si tratta di un locale piccolissimo dove c’è a malapena un posto a sedere, ma in questo caso vale la pena sacrificare il comfort per un pranzo a portar via.

Pastificio in via della Croce, Roma ©Streatit.com

Sulla scalinata di Piazza di Spagna da agosto 2019 è vietato sedersi, figuriamoci mangiare. Con 5 minuti a piedi potreste raggiungere Villa Borghese e pranzare lì.

Roma in un giorno | Anche al centro ci sono zone poco battute!

Dopo la pausa pranzo, ci dirigiamo verso una perla silenziosa e raffinata: Via Margutta. Tra questi edifici ricoperti d’edera, troverete anche casa di Fellini: i cortili di questi palazzi sono stati il set di molti suoi film.

Ivy façade in via Margutta, Rome

Scorcio di via Margutta – Roma in un giorno

Oggi questo angolo di Roma è ricco di atelier di arte contemporanea, ma c’è ancora un sapore di epoche passate: entrando nella bottega del “Marmoraro”, capirete di cosa parlo.
Questo signore è un architetto che ha deciso di dedicarsi alla lavorazione del marmo, facendo iscrizioni sia in romano che in latino. Adoro il suo laboratorio, ed anche i miei ospiti lo apprezzano molto: scoprire angoli di romanità lontani dalle solite rotte, dà sempre soddisfazione.

Il Marmoraro di Via Margutta - The marble maker

Il Marmoraro di Via Margutta – Roma in un giorno

Roma in un giorno | Vista dalla terrazza panoramica del Pincio

Di strada c’è Villa Borghese, uno dei più grandi parchi di Roma che offre anche una bella vista dall’alto. Un posto che adoro anche per le attività che offre, come ad esempio il pattinaggio a rotelle. Non abbiamo abbastanza tempo per scoprirne tutti gli angoli, ma il panorama dalla Terrazza del Pincio non ce lo toglie nessuno.

Sunset from Pincio Terrace/Villa Borghese hill- Roma

Tramonto romano dalla terrazza del Pincio, Villa Borghese – Roma in un giorno

Camminando per Villa Borghese sulla via del ritorno, ne approfitto per mostrargli il Globe Theatre: chi vive in Inghilterra trova molto curioso che a Roma ci sia una copia perfetta del loro teatro di Shakespeare. Ogni anno qui vengono rappresentate le opere di questo poeta: forse una delle migliori offerte culturali dell’estate romana.
Dopo la discesa di viale Washington in direzione metro Flaminio, la passeggiata termina qui.

Continuo a considerare questo itinerario come una soluzione ottima per scoprire Roma in breve tempo, anche ora che sono diventata guida turistica.
È sempre emozionante vedere lo stupore di chi vede Roma per la prima volta, per un giorno dimentico traffico e degrado e sono catturata solo dalla bellezza.
Valeria



Altre risorse utili per un viaggio a Roma



Su Roma ho scritto anche: