– Islanda Sud: Skógar e la sua valle incantata –

Oggi ci svegliamo nell’ostello di Skógar, il peggiore dove abbiamo alloggiato fino ad ora, ma data la vista sulla cascata, gli si può perdonare davvero tutto.

Elfi, cascate e arcobaleni - Islanda Sud: Skógar,

Elfi, cascate e arcobaleni – Islanda Sud: Skógar

Ci troviamo nell’Islanda sud, nei pressi del ghiacciaio Eyjafjallajökull, quello che cela il famoso vulcano che nel 2010 ha creato scompiglio nei cieli di mezza Europa, per intenderci.

Eyjafjallajökull: ora lo so pronunciare!

Eyjafjallajökull : ora lo so pronunciare!

Il villaggio di Skógar conta ben 25 abitanti, ed il nome significa foresta, anche se ormai gli alberi non ci sono più. Prima che i vichinghi deforestassero l’isola, (fine ‘800), l’Islanda aveva una quantità di boschi non indifferente (nell’ordine del 25-40% dell’intera superficie). Gli alberi non furono ripiantati, e tra eruzioni vulcaniche ed erosioni nel vento, nel giro di un secolo le foreste scomparvero. Ancora oggi l’Islanda è prevalentemente brulla: per saperne di più, vi rimando a questo mio articolo:

Quello che vi è ora a Skogar, non è altro che una vallata brulla, uno splendido paesaggio da ambientazioni tolkieniane, una cornice fantasy in cui potrebbero vivere tranquillamente elfi, troll e fate.

Islanda SudSkógar e la sua valle incantata: il trekking, la cascata di  Skógafoss e l’arcobaleno

Skógar, Islanda - Nessun filtro. Era davvero abbagliante...

Islanda Sud: Skógar – Nessun filtro. L’arcobaleno era davvero così abbagliante…

La principale attrattiva di questo posto è Skógafoss, una meravigliosa cascata alta 62 m, dove è spesso possibile scorgere arcobaleni di una luminosità mai vista.
Skógar, Islanda Sud - Il sublime
Dopo un’ora passata a scattar foto alla “cascata, all’arcobaleno, alla cascata e all’arcobaleno, a noi e alla cascata a noi e a noi con l’arcobaleno”, iniziamo il bellissimo percorso di trekking che parte da sopra Skógafoss. Sto parlando del Fimmvoerduhàls, trekking di 23,4 km che arriva fino a Thórsmörk: senza pause dovrebbero essere 10 ore di cammino, ma vi verrà voglia di fermarvi ogni due minuti per ammirare e immortalare paesaggi fiabeschi.

Skógar, Islanda Sud - "L'ingresso ad Asgard"

Islanda Sud: Skógar – “L’ingresso ad Asgard”

Iniziamo con l’avventurarci in vallate relativamente alberate con interessanti salti d’acqua, ma man mano che ci si avvicina ai ghiacciai Myrdalsjökull e Eyjafjallajökull, gli alberi diventano arbusti e diventa tutto più brullo. A noi più che l’energia e la voglia di completare il percorso, manca il tempo, quindi torniamo indietro dopo poco, per andare a vedere case abitate da hobbit.

Islanda Sud: Skógar – inizio del trekking di Fimmvoerduhàls

Islanda Sud: Skógar – Le case hobbit del Museo del Folklore

Queste casette tradizionali in torba, una volta ospitavano case, scuole e stalle, ed oggi costituiscono il Museo del Folklore, un museo sulla cultura e civiltà islandesi. Pare che sia uno dei pochi musei islandesi che meriti una visita, ma a noi gli edifici interessano più dell’esposizione, quindi facciamo un giro intorno, affacciandoci anche dentro di tanto in tanto: sembra davvero suggestivo.

Case con tetto in torba, museo del folklore - Islanda Sud: Skógar

Case in torba, museo del folklore di Skógar

Questo complesso di edifici eco-sostenibili, è progettato ad hoc per il clima rigido dell’isola: basamento in pietra, facciate nere per assorbire il calore, ma soprattutto torba per rivestire i telai in legno e per avere coperture ad elevato isolamento termico.

Davanti al museo del folklore di Skógar, Islanda Sud

Skógar – Frodo non era in casa.

Islanda Sud: Skógar – Le straordinarie pecore islandesi

È già ora di pranzo, e oggi ci concediamo l’unico pasto fuori di tutto il viaggio – finora abbiamo fatto sempre la spesa al supermercato, dati i prezzi inavvicinabili – sperimentiamo quindi l’Hotel Skogafoss bistrot-bar e ne approfittiamo per vedere se l’agnello islandese è davvero ottimo come dicono. Dopo più di un’ora di attesa riescono perfino a dimenticarsi un’ordinazione: oggi hanno ben 3 tavoli su 5 occupati, troppa folla per i loro canoni! Nonostante la lentezza, la nostra scelta è stata azzeccatissima: ottima cucina, ottimo panorama, ma anche ottimo prezzo!
Pecora islandese_Icelandic SheepPer saperne di più, c’è il mio articolo ad hoc sulle pecore e sul resto della fauna islandese:

Gli islandesi dicono che il loro è “l’agnello più buono del mondo“, e non esagerano poi tanto. Le loro pecore vivono in assolutà libertà, e le incontrerete nei posti più impensati: le abbiamo persino avvistate su un faraglione in mezzo all’oceano!Pecora islandese, Skógar  La guida autoctona che ci ha accompagnati sul ghiacciaio, ci ha raccontato che in tutta l’isola ci sono più pecore che umani! Ognuna dietro l’orecchio ha il cartellino di appartenenza, e 1-2 volte l’anno durante il cosiddetto Réttir, le radunano per ridarle ai rispettivi proprietari, che vi ricaveranno la famosa lana islandese. westfjords_Fiordi_occidentali_icelandic_sheepStando sempre ai racconti dello stesso islandese, questi simpatici animali sembrano essere davvero indistruttibili; dopo una violenta tempesta di neve di qualche anno fa, circa 2000 pecore mancavano all’appello: una vera tragedia per l’economia locale, ma circa due mesi dopo sono state ritrovate sotto la neve, vive e vegete.

Islanda Sud: Skógar - Pecore ovunque. Mai souvenir fu più azzeccato

Islanda Sud: Skógar – Pecore ovunque: mai souvenir fu più azzeccato.

Raramente desidero tornare in posti che ho già visto, ma questo luogo incantato meriterebbe almeno altre due visite: una d’estate, per completare il trekking dal passo di Fimmvoerduhàls a Thórsmörk, ed un’altra d’inverno, per riscoprirlo sotto altre vesti, nella sua natura più intima e silenziosa.
Valeria


AGGIORNAMENTO 2018. Le sorprese di questo piccolo villaggio non finiscono qui! Ho scoperto che c’è una cascata nascosta, che non è ancora stata presa d’assalto dalla massa: si tratta di Kvernufoss. Si trova dietro al museo di Skógar, e da lì è raggiungibile spostandosi verso Est: bisogna seguire il sentiero lungo il fiume per circa 20 minuti. Vi lascio le coordinate GPS per localizzarla: 63° 31’44″N, 19° 28’53W.


Devi noleggiare l’auto per viaggiare in Islanda?

Noleggio auto in Islanda a basso costo

Sconto sul noleggio auto in Islanda inserendo il mio codice #BlueVale su www.bluecarrental.is (con tanto di cancelletto e maiuscole!)