Cosa vedere a Bergen e dintorni: idee insolite e non

Dovendo visitare una sola città della Norvegia, Bergen è sicuramente una scelta rappresentativa: è l’antica capitale di questo Paese, nonché la porta dei fiordi Sud-Occidentali.
Inoltre è un posto in cui piove circa 270 giorni l’anno: nel 2007 ha registrato il record di tre mesi consecutivi d’acqua. Più di norvegese di così…

Com’è il meteo a Bergen?

“Rain is just confetti from the sky” – Le gocce di pioggia sono solo dei coriandoli dal cielo

Chiedersi “cosa fare a Bergen quando piove” o “cosa fare a Bergen” è pertanto la stessa cosa.


Veniamo alle esperienze da fare per iniziare a conoscerla, fattibili in tre giorni pieni:

1. Vedere il quartiere Bryggen, il porto e il mercato del pesce 

Queste attrattive sono l’aspetto più caratteristico: la Bergen da cartolina le include tutte quante insieme.
Tempistiche: da due orette a un giorno, se si visitano anche i musei.

Bryggen

Il nucleo di questa perla norvegese è il Bryggen, antico quartiere medioevale costituito da casette a schiera colorate, con tetto spiovente.

Il Bryggen di Bergen a.k.a. Pontelagolungo de "Lo Hobbit"

Il Bryggen di Bergen

Camminando sul legno scricchiolante di quest’area mercantile e marinaresca, vi sembrerà di esser stati catapultati su Ponte Lagolungo de “Lo Hobbit.

La cosa sconvolgente è che, per buona parte del XX secolo, i norvegesi avevano intenzione di distruggere questo gioiello. Dopo gli incendi e le esplosioni di cui è stato vittima, versava in condizioni di degrado e, oltre a considerarlo pericoloso per questi episodi, per loro quell’incuria era fonte di imbarazzo.

Per fortuna il quartiere è ancora lì, e dal 1979 è anche patrimonio UNESCO. A salvarlo ci ha pensato l’archeologia: davanti ai manufatti che sono venuti alla luce con gli scavi degli anni ’60, hanno dovuto riconoscerne il valore.

Il mercato del pesce al porto

Bergen si sviluppò intorno al suo porto, regno del commercio dello stoccafisso, e il mercato del pesce non poteva che nascere qui.

Assaggiare qualcosa in questi costosissimi banconi è d’obbligo, ma vi avviso: è tremendamente turistico e i venditori sono quasi tutti asiatici e…italiani! Quindi non è tanto genuino per il folclore quanto per il buon pesce appena pescato.

Non lontano dall’area tradizionale c’è anche quella più contemporanea: Skostredet, una zona “hipster”, regno della Street Art.

2. Passeggiare tra i quartieri in legno 

Sandviken, Bergen

Cosa fare a Bergen e dintorni? Passeggiare per Sandviken, uno dei quartieri in legno

L’anima di Bergen è costituita dai suoi storici edifici in legno, cresciuti spontaneamente lungo il fianco della montagna a partire dal Bryggen.

In questa mappa di Visit Norway, sono localizzate alcune di queste casette in legno: viaggio nel tempo garantito!

3. Conoscere i suoi abitanti, per sfatare gli stupidi stereotipi sugli Scandinavi depressi 

Noi abbiamo avuto la possibilità di conoscerne alcuni grazie al nostro alloggio Airbnb, per il resto anche solo vivendo la città, si nota quanto siano benestanti e rilassati i lavoratori da queste parti: sarà il sole estivo? Non credo.
Esempi di Scandinavi felici:

4. Cosa fare a Bergen e dintorni? Scoprire Fantoft: la Stavkirke ed il bosco incantato

Le Stavkirke, (letteralmente: “chiesa a pali portanti”), sono chiese norvegesi in legno strutturale che ricordano una nave vichinga: nella periferia di Bergen ce n’è una, immersa in un bosco incantato.

L’abbiamo raggiunta con circa 20 minuti di tram “bybanen direzione Fantoft, (incluso nella Bergen card),  e con cinque minuti a piedi tra gli alberi.

Fantoft- Stavkirke, Bergen

Fantoft- Stavkirke, Bergen

Per noi che siamo abituati a tutt’altro tipo di architettura e che amiamo anche l’arte norrena, è qualcosa di unico, anche se è una ricostruzione recente: fu data alle fiamme nel 1992, e che sia una replica si nota soprattutto all’interno, guardando il colore del legno.

Chiesa di Fantoft, Bergen

Chiesa di Fantoft, Bergen – Il numero dei bigliettai all’ingresso era lo stesso dei visitatori: due contro due!

L’incendio è stato appiccato dal musicista Burzum: che, più che essere un “metallaro satanista” come scrive -ahimè- la Lonely Planet, è uno con qualche rotella fuori posto.
La croce in pietra situata accanto, è la più antica testimonianza di cristianità in Norvegia, mentre il favoloso edificio di fronte con tetto giardino è…un bagno pubblico!

Sorprese inaspettate a Bergen e dintorni - Fantoft

Cosa fare a Bergen d’insolito?  Dirigersi a Fantoft!

5. Provare la cucina norvegese da Pingvinen

Dove cenare a Bergen? Al Pingvinen! Un pub-ristorante con un menu norvegese molto vario: consiglio di venire a mangiare qui, sia per la qualità, che per il prezzo.

Un pasto unico può venire circa 20€: in un Paese in cui la birra costa l’equivalente di 15€, è un affare, credetemi. Inoltre con la Bergen Card avete diritto ad un ulteriore sconto.

Se vi state chiedendo cosa mangiare, sappiate che i piatti tipici sono a base di salmone, merluzzo, patate e pecora.


Ho parlato di Norvegia anche in un Podcast sui Paesi Nordici!
Dal minuto 03.38 al minuto 08.23 recensisco due libri: The Passenger – Norvegia e “Dalla A alla Å“.
Ascolta “#07 – Paesi del Nord con Valeria Castiello” su Spreaker.

6. Scoprire la città dal mare

Gran parte della bellezza di questa cittadina proviene dalla natura che la circonda: viverla dall’acqua è un must.

Di bagnarole/barche/traghetti in partenza dal porto di Bergen ce ne sono a bizzeffe, da quelle più semplici incluse nella Bergen Card, a quelle costosissime in barca privata, come ad esempio la Weller.

Noi abbiamo preso parte all’escursione giornaliera “Sognefjord in a Nutshell” che parte da Bergen, di cui ho scritto qui:

Casa di un pescatore - Cosa vedere a Bergen e dintorni: idee insolite e non

Casa di un pescatore, Bergen

7. Vedere Bergen dall’alto

Sapete cosa significa”Bergen”? Vuol dire “città tra le alture”, ma per rendersene conto bisogna prendere la funicolare che sale sul Monte Fløyen (o fare quarantacinque minuti a piedi, perché no)!

Noi avevamo il pass per le attrazioni quindi abbiamo optato per il trenino per pigri che arriva fino in cima. La vista che si gode da lassù è splendida, ma, nei giorni più affollati dell’anno, bisognava intrufolarsi tra i bastoni da selfie per riuscire ad abbracciarne a pieno la vista.

Bergen dall'alto- Cosa vedere a Bergen e dintorni: idee insolite e non

Tramonto estivo dal Monte Fløyen ore 22.00! – Cosa vedere a Bergen e dintorni: idee insolite e non

Un luogo poco battuto a Bergen, in quanto più distante dal centro, è il Monte Ulriken, da cui è possibile ammirare Bergen ancora più dall’alto: da 643 m per l’esattezza, contro i 420 del Monte Fløyen. È raggiungibile con la funivia Ulriksbanen: il percorso a piedi non è adatto a tutti, stando ai consigli dei norvegesi.

“Cosa fare a Bergen e dintorni, aldilà di quello che consigliano le guide?” Ecco un’altra idea:

Lake Ulriken, Bergen - Cosa fare a Bergen e dintorni: idee insolite e non

Anatra norvegese, lago di Ulriken

8. Raggiungere il lago di Ulriken e riconciliarsi con la natura 

Il lago di Ulriken è la Norvegia che cercavo: uno specchio d’acqua circondato da verdissimi alberi tutto per me, e il silenzio più assoluto. Avevo le lacrime agli occhi e non volevo più andarmene da lì.

Il lago di Ulriken, la mia oasi felice - cosa fare a Bergen e dintorni: idee insolite e non

Il lago di Ulriken, la mia oasi felice sui monti di Bergen

Si trova a poco più di dieci minuti a piedi dal “panorama rumoroso” del Monte Fløyen di cui sopra (punto 7).

Lago di Ulriken, Monte Fløyen - Cosa vedere a Bergen e dintorni: idee insolite e non

Lago di Ulriken, Monte Fløyen – cosa fare a Bergen e dintorni: idee insolite e non

9. Vivere la scena metal norvegese \m/ 

Di questo aspetto non parla mai nessuno, per il semplice fatto che il metal è una musica di nicchia, ma questo è il genere musicale di Bergen: chi ascolta questa musica lo sa bene!

Uno dei locali più famosi per questo genere, era “Il Garage“, che purtroppo ha chiuso nel 2018 dopo trent’anni di attività.

È venuto a mancare un club di riferimento, ma di festival ed eventi ce ne sono a iosa: il “Beyond the Gates” ad Agosto, il  “Blekkmetal” a Novembre, e la Blastfest a febbraio, dove i musicisti suonano prevalentemente Black Metal, genere inserito tra le materie di studio necessarie per intraprendere la carriera diplomatica in Norvegia. Non è uno scherzo!

Abbath, Immortal - Black Metal norvegese (Cosa vedere a Bergen e dintorni: idee insolite e non)

Abbath, Immortal – Black Metal norvegese – Cosa fare a Bergen e dintorni: idee insolite e non

10. Dormire in appartamenti condivisi per non diventare poveri (e per mischiarsi con gli abitanti di Bergen)

In alta stagione abbiamo speso circa 60€ per una doppia con servizi condivisi a ca 10-15 minuti a piedi dal centro.
Scelta che si è rivelata sempre vincente nei costosi Paesi Nordici: oltre al risparmio su pernottamento e pasti, ci ha permesso di alloggiare in una casa tipica dei pescatori norvegesi, e di ricevere consigli utili dalle persone del luogo.

Se non siete ancora iscritti ad Airbnb, fatelo tramite questo link e riceverete un buono da 34€!



Booking.com


Altri posti in cui dormire a Bergen li trovate su booking.com, che offre la cancellazione gratuita fino ad una settimana prima.


Su Visit Bergen – sito ufficiale dell’ente turistico – trovate ulteriori spunti per visitare la capitale dei fiordi.
A presto,

Have an ICE day!

Valeria


Se ti piace il Nord Europa, potrebbero interessarti anche: